L'Antitrust: vanno usati hashtag rivelatori nei post pubblicitari sui social

  •  

    Da qualche tempo l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato si sta occupando del fenomeno dell’influencer marketing nei social media, a tutela degli utenti. Tutto ciò che è sponsorizzato va esplicitato in maniera chiara sui social network. Instagram si è mosso da tempo in tal senso con il lancio del tool Paid Partnership with.

     

    L'antitrust ha chiarito che la pubblicità deve essere chiaramente riconoscibile come tale, anche sui profili social dei personaggi famosi. Ogni volta che un blogger/influencer gode di un vantaggio (siano essi prodotti regalati, servizi omaggio o contratti pubblicitari) pubblicando un prodotto o un marchio, ciò deve essere chiaramente specificato ai follower tramite l'uso di hashtag specifici: #sponsorizzazione, #spot, #pubblicità, #inserzioneapagamento, #advertising, #prodottofornitoda.

     

    L’Autorità Antitrust, con la collaborazione del Nucleo speciale Antitrust della Guardia di Finanza, ha addirittura inviato delle lettere ad alcuni influencer invitandoli ad adeguarsi al codice di comportamento contro la pubblicità occulta.

Comments

0 commenti

Iscriviti alla newsletter di iCasting.

Rimani sempre informato/a sui casting aperti nella tua zona.

X

Diventa VIP Member GRATIS*

Hai superato il numero massimo di candidature giornaliere.
Per rimuovere questo limite diventa VIP Member e scopri i vantaggi riservati a TE.

Scopri di più

*Per te 3 giorni di VIP Member completamente GRATIS.
X

Diventa VIP Member GRATIS*

Non puoi candidarti a casting che scadono tra più di una settimana.
Per rimuovere questo limite diventa VIP Member e scopri i vantaggi riservati a TE.

Scopri di più

*Per te 3 giorni di VIP Member completamente GRATIS.
X

Grazie!

Abbiamo registrato il tuo interesse per questo casting. Per parteciparvi non è necessario inviare nessuna candidatura via email.

X